POETI CONTEMPORANEI

ALEGNA 6

porzioni del dire ogni spacco è un nodo
l'albero lecca ferite
l'impossibile nulla possibile arsura
il miele dell'albero
il coma sanguelinfa
il non essere nell'essere il capillare
sotterraneo amplesso
dacché libertà è cesareo del tossico
sospiro quando il mare mi scopre scogli i tuoi capezzoli
aggiorno carte pioggia nella tosse di ciminiere
nei diserbanti
ladro nella pagina
rubo spazi alla luna
lo zig zag
zag zig di vie torte e dritte
piccolissime
le granellature sul tuo corpo di seta
la luce impresta la testa all'olmo nella frescura il rossore sulla tavolozza
il fiammeggiare di cocco il sole dietro il calvo del monte
scavami tiglio dentro i fiori intacca il profumo calmiere di ipertensioni
la voce ritardataria stelle ritardatarie
il coro dietro le quinte infiamma platee ansimi anfrattati
la scena all'infinito precipita turista nello spazio
esce la voce impostata nodosamente
nei baci s'impostano scritture
il poeta è onda ai nodi scioglie futuri anteriori
felicità al fuso avvolgimi
perché io resti che io fermi il tanto da cantare
i piaceri perduti tra alberi decapitanti si perdono i piaceri
si scompongono i fiati paonazzo rifletto fiato
io nel tuo coassiale il mese coassiali tiriamo esplosioni alle cui luci
s'attacca il pensiero transumato il cammino si fa debole nel catramato ingorgo
in un microspazio di un picotempo
una picopicoluce su una macroporta macrospessorata
trafigge questa burrosa porta ove fiamma alleggerisce il freddo a clochard
la lingua sfascia di benda la fascia al pazzo
della camicia ne ha fatto la vitanonvita di forza
assoluzione

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

MANFREDONIA