POESIA
Poeti Contemporanei

IL DETENTORE DEL GIORNO

Pensava che
la luce fosse dolce
come lo zucchero nel caffè nero
in questa notte senza desiderio
piangendo del buio senza ombra
che si nasconde per far si che nessun dorma
forse per paura ma no per niente
suadente e lucente
aspettando il detentore del giorno
che nascerà tra poche ore
che ci accompagnerà tra le persone
che vivono e gioiscono
piangono e tradiscono
sotto il suo occhio così umano
che ci stringe la mano portandoci lontano


condividi su Facebook condividi su Twitter