POETI CONTEMPORANEI

BARCELLONA

Le radici impregnate di sangue
ragnatele nelle viscere
della mente,
tentacoli nei deboli cuori
stritolati;
Anime plagiate, vite comprate
ai mercatini rionali, carnefici
di futuri progressi preistorici
e propaganda integralista.
Produttori d'annientamento
e venditori legalizzati
in ogni panorama c'è la morte.
Poteri occidentali e interessi
internazionali, vortici
di denaro, e le ragioni represse
invocano vendette.
Associazionismi concepiti
e proclamati, guerre sante,
mani sporche di petrolio,
invasioni e prevaricazioni;
Nulla di nuovo ma agghiaccianti
elenchi di una prosopopea
buia e ignorante,
ottimistica e crociata, ricca
e spropositata quanto basta,
come la magia nelle favole
si ammira e si meraviglia.
Odio prolisso viscerale e retaggio
d'imperi sgretolati,
fanatismo sconsiderato
e beceri dimostrazioni d'incanto.
TERRORISMO DISPERATO, sanguinario
ed eclatante, a morte gli infedeli,
pensieri elimosinati e di sostegno,
l'empirio dei mostri ingenui
e strumentalizzati.
Vili e drogati protagonismi
di orrore,
scempio di vittime innocenti.
Le sacre intolleranze, l'odio
profuso e alimentato ad arte
da sataniche concezioni dedite
alla distruzione delle civiltà
nel nome di un Dio che non
esiste.
BARCELLONA È LA MIA CITTÀ!

condividi su Facebook condividi su Twitter