POETI CONTEMPORANEI

DIATRIBA

Nel giorno infuocato ho risposto
fuoco con fuoco
balenando in diatriba
M’abbriva ansia di vita!

Or questo insonne ozio notturno
è muta selva d’orrori:
inquieta ala di vento
v’agita aghi di pino.

Afoso sfinimento mi rapina
e copula misure di silenzi
il pensiero specchiato
in questo abisso d’ombra cremisina.

Il cielo ha luci stranite
e le parole son pietre di tufo
che murano oasi sparute
nei deserti infuocati, citaredo.

*
Nicola LETIZIA

condividi su Facebook condividi su Twitter