POETI CONTEMPORANEI

INNOCENZA

Che fremito di nido
segreto tra lo spino!
Nido di cardellino.

Questo bozzolo d’ombra
remoto alla campagna
è il mio nido romito

che palpita tra fronde
e freme al tocco d’ala
al dondolio di culla.

E goccia a goccia intanto
dal campanile nero
con tintinnio monotono

sanno di pianto le ore,
o di voce innocente
che prega col mio canto.

Persuade il cardellino
questa luna che imbianca
l’erbetta dei campi

che fa meno grave la siepe
terrosa
e i margini degli abissi.

*

condividi su Facebook condividi su Twitter