POETI CONTEMPORANEI

UN BACIO SUADENTE


Il piatto piange,
come le lenzuola
che hai lavato per me.
Niente re,
alla mensa stamattina;
solo aria fresca, mattutina.
Indagano gli uomini,
sopra misteri nascosti;
nascoste sono le tue membra,
sotto un cielo turchino
e danzano sull’asfalto,
i vapori della pioggia passata.
La giornata da i suoi frutti
e siamo tutti coinvolti,
tutti avvolti, da estremi sorrisi
che ci conducono ai paradisi del futuro.
Di sicuro, ci sarà l’amore,
perché è il solo propulsore,
per un mondo migliore.
Così attendiamo, aspettiamo…
Siamo avvezzi alle risa
e andiamo constatando
il rumore costante,
il pensiero presente
e l’attimo fuggente
di un bacio suadente.
Perché è un momento crescente,
perché sa, di tristezza assente
e perché non è, che sia niente!

condividi su Facebook condividi su Twitter