POETI CONTEMPORANEI

MI CHIAMAVI AMORE

Si mi chiamavi amore
ed io ci stavo,
mi piaceva.
Mi chiamavi amore
quando tornavi da me
ed anche ogni volta
che andavi via.
Mi chiamavi amore
sempre.
Perché ero il tuo amore,
fino a ieri ti sentivo mio,
eri una realtà.
Ora sei aria, pensiero,
desiderio, un'idea d'amore
che oramai non
corrisponde più.
Ora tu sei amore
sei vita, sei la fiamma
che arde e che tiene viva
la mia consapevolezza di te.

Mariangela Panici

condividi su Facebook condividi su Twitter