POETI CONTEMPORANEI

AMORE FEDELE

Amore Fedele

Supportavo al limite
sconfinato d'ogni sopportazione.
Ti guardavo
ascoltavo ogni difetto
a me indigesto.
T'avrei, a tratti inchiodato
sopra una sedia gestatoria.
Incutevi timore,
coraggio cauto
il mio verbo.
Mi stupivo
delle tue stupide esclamazioni.
Volubile a tratti amorevole
Lunatico a tratti soleggiato.
Le tue manie le mie risate,
i tuoi metri di giudizio
la mia consapevolezza.
T'amavo sopportando
e supportando i tuoi lati oscuri
le tue nevrosi a me spedite
da corrieri a basso costo.
Intanto t'amavo,
fedele alchimia
trasmutazione di cicuta
in miele appena sfornato
da piccole api laboriose.
Fui marito fedele,
ribelle amante
sottomesso ai tuoi bismetismi.
Fedele a te
Infedele io a me
all'idea di un Amore
trascritto e insegnato.
Ma ognuno vuole l'amore,
a cadenza sciacquato
con acqua e candeggina.
No, non sono per gli amori
di regine e cavalieri,
sono servo di sentimenti
dove prima ancor é manifesto
l'eccesso che non fa regola,
forse dei difetti prima ancor
che amore.
Le similitudini amorose
sono compromessi contrattuali
tra due solitudini,
scelte intermezze
preludi dove il tutto
é sempre andar bene.
Amo gli amori vulcanici
un' allerta che unisce
per non disperdersi
nei giorni di lava.
Un' allerta che unisce
nel terrore di perdersi.

Theo John
Poeta Scalzo44

condividi su Facebook condividi su Twitter