Luglio 2021

Io,avanguardia visionaria (così mi chiamavano- autobiografica)

"Non sempre uno scrittore è consapevole dei motivi che lo inducono a scrivere, non sempre è spinto da un motivo solo, non sempre gli stessi motivi stanno dietro all’inizio ed alla fine della stessa opera." Primo Levi Spesso é da intrighi inerti di bugie tra rovi e serti che vengon fuori attimi di Verità nei …

Io,avanguardia visionaria (così mi chiamavano- autobiografica) Leggi altro »

I profumi del mio giardino

I profumi del mio giardino Riuscire a respirare la speranza riempirsi di quell'Essenza e sentirne il fiotto pulsare dalle ferite mai cicatrizzate dentro alibi ancora tronfi di quel sangue Torrenti di fuoco a illuminare perturbanti e commoventi visioni nei tradimenti della memoria annebbiata a oscillare tra l'ipocrisia e la prudenza nell'immane tentativo di prendere coscienza …

I profumi del mio giardino Leggi altro »

Agosto

Agosto fuga dalla città avvolta dalla canicola che opprime, sino togliere il respiro. Fuggire in cerca di refrigerio verso il lido, respirare a pieni polmoni la fresca brezza mattutina dal sapore di salsedine, tra sole e mare cuore pulsante dell'estate. Luigia Ilari

Varici e rimpianti

Lo sbattere delle palpebre su vani pensieri, lacrime che nascono al fantasticare continuo dentro la celestialità della mente. Sento nell'anima sospiri di rancori repressi ancora lontani da quel perdono che potrebbe scaldarmi il cuore infreddolito da quelle lacrime versate E mi getto fra le mie braccia, ogni volta esausto, stringendomi forte a me stesso nel …

Varici e rimpianti Leggi altro »

ACROSTICHE N.6

Mistràl Agosta Nicchiando, Ombrilucente Stenebra Curvi Racemi, Inanellati Tralicci, Tramutati Orditi. Thea Matera 

il balbettio dei mistici

Il linguaggio dei mistici è caratterizzato da un incessante sconfinamento della parola nel silenzio. In questo processo di sovradeterminazione semantica, il linguaggio umano si infrange dinanzi al mistero dell'Ineffabile. E la parola del mistico diventa parola fratturata, balbettante. Sospesa tra l'impossibilità di dire e l'impossibilità di tacere.

Scroll to Top