Tutto è quieto…non c'è più alcun rumore

chiudo questa giornata della memoria con la speranza che il bramito dei cervi resti canto libero nell'essere espressione del suo intonare…la libertà

I cervi
s'avvicinano zoppicando

nonostante essi stessi

abbiano capito già
che la loro vita

non ha più alcun valore

e bramiranno forte forte

per inghiottire veloci
il liquore fluido della morte

E diverranno
trofei d'orrore subito

le loro corna

ricordo di tormenti
da appendere alle pareti

a perenne riposo
dai dolori patiti
.
Cesare Moceo Ragazzo del 53
poeta di Cefalù Destrierodoc
@ Tutti i diritti riservati