POETI CONTEMPORANEI

BRILLA LA LUNA, CANTAN LE STELLE

Avea lo sguardo languido,
intanto che lo rivolgeva al cielo nero.
Nulla, attendea, nella sua danza,
d'esser, capiva, del mare, un'onda.

Di spuma candida, la lunga veste,
dolce libellula, figlia del mare.
Cresce la notte, alita il vento,
s'è addormentato or il silenzio.

Brilla la luna, cantan le stelle,
nell'orizzonte, ch'appar sì finto,
s'eleva, nell'incanto d'arabesque.

Le voci s'appropinquan, di sirene,
d'Angeli, s'ode, superba, l'orchestra.
Vivi plausi, dalla sfera celeste.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

IRIS VIGNOLA AUTRICE