14 RACCONTI
IL GREGGE

 .Un bel pomeriggio di maggio di due anni fa, mi trovavo nella mia campagna.   Raccogliendo more dall'albero di gelso, con fare distratto non diedi tanta importanza al gregge che stava attraversando la stradella,per me era normale amministrazione il passaggio delle pecore.Ma di li a poco mi dovetti ricredere,quello che stava succedendo aveva dell'umano e di grande umanità.Ebbene ,un agnellino distratto invece di seguire il gregge come gli altri si infilò in un enorme cespuglio di rovi e la cosa si stava mettendo proprio male per lui.Io mi accorsi della cosa,perchè l'agnello incominciò a belare di disperazione e quindi incominciai a guardare il tutto con attenzione,e   d'istinto mi rivolgevo verso il gregge come a richiamare le pecore per la pecorella che stavano perdendo.Ma quasi subito mi accorsi che nel gregge stava succedendo qualcosa,io mi bloccai ,mantenevo quasi il respiro  per quello che stavo vedendo.Una pecora (la madre senz'altro)si accorse del pericolo sentendo belare il piccolo ,ed anch'essa belando tornò indietro non prima di aver allertato un maschio(di sicuro il padre) e un'altra femmina ,io pensai sarà la zia.Tutti e tre gli animali si posizionarono davanti l'enorme rovo dove stava l'agnellino, e con il loro belare, indicarono al piccolo il punto migliore per attraversare il rovo.Ebbene ci vollero circa dieci minuti ,ma ci riuscirono e felicemente tutti e quattro si riunirono al gregge. 


 


                                                                                              Maria Antonia Gariano